La primavera del prosecco

Primavera-del-Prosecco

E’ tornata la Primavera del Prosecco. Si tratta di una maratona enogastronomica di quattro mesi (da marzo a giugno) che coinvolge undici Comuni del Veneto, con le loro cantine che si dedicano alla produzione di questo celebre spumante. Passeggiare per le colline dell’Alta Marca andando alla scoperta di piccoli borghi, antiche pievi, vecchi castelli oppure immergersi nei verdi vigneti che costellano i declivi tra Valdobbiadene e Conegliano andando alla ricerca delle cantine, sono solo alcune delle attività che si possono fare partecipando alla Primavera del Prosecco Superiore.

Quest’anno si celebra la 18^ edizione della rassegna enoturistica veneta che, grazie al lavoro complementare di tantissime associazioni ed enti territoriali, è cresciuta ed offre oggi al visitatore moltissime opportunità.

Per chi ama il buon bere e il buon cibo sono numerosi i ristoranti, le locande e le trattorie dove è possibile assaggiare i piatti tipici della tradizione e da quest’anno ognuna delle 15 Mostre del vino, che danno vita alla rassegna, propone un piatto della cucina locale.

Una piacevole occasione per conoscere da vicino anche tanti altri prodotti di nicchia della tradizione enologica collinare, quali il Cartizze Docg, il Refrontolo Passito Doc, il Torchiato di Fregona Doc, il Colli di Conegliano Docg bianco e rosso, il Verdiso, per scoprire un territorio di rara bellezza.

Il programma prevede la visita delle cantine, passeggiate, escursioni in bicicletta e a cavallo, degustazioni guidate, serate a tema, mostre ed eventi sportivi. Chi vuole visitare uno dei templi del Prosecco può prenotare la visita guidata alle cantine del Carpenè Malvolti in via Carpenè a Conegliano.

prosecco

credits: ilcomuneinforma.it