Meteo: le previsioni in Italia per il weekend

LE PREVISIONI METEO PER IL WEEKEND

La vasta area depressionaria che abbraccia gran parte dell’Europa sud-occidentale influenzerà il tempo anche nel fine settimana, portando piogge a intermittenza su molte zone del Centronord, mentre al Sud verranno richiamate correnti calde capaci di regalare temperature da inizio estate. In particolare, nel corso di questa ondata di maltempo iniziata mercoledì le regioni settentrionali e l’alta Toscana riceveranno quantitativi di pioggia tipici di un intero mese: entro la fine della settimana in molte zone si registreranno infatti accumuli compresi fra i 100 e i 200 millimetri, con seri rischi quindi dal punto di vista idrogeologico.

Sabato al mattino nuvole al Nordovest e Toscana con piogge sparse, per lo più deboli, su Valle d’Aosta, Liguria e Piemonte; in prevalenza bello nel resto d’Italia. Nel pomeriggio nubi in aumento anche sul resto del Nord, Umbria e Sardegna: piogge sparse, a tratti anche intense, su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Trentino, Alto Adige e Toscana; neve sulle Alpi Occidentali oltre 1800 metri. Temperature massime in calo al Nordovest, in rialzo invece nel resto d’Italia: valori piuttosto elevati, fino a sfiorare i 30 gradi, in Sicilia. Ventoso sui mari di ponente per venti dai quadranti meridionali.

ZONE A RISCHIO

Le zone critiche, ossia quelle che in questi giorni riceveranno i maggiori quantitativi di pioggia, saranno il Piemonte (in particolare il nordovest delle regione) con accumuli fino al weekend anche di 200 mm, la Liguria con 150 mm, il Veneto (in particolare il settore nord) con 180 mm , la Lombardia con 130 mm e la Toscana (in particolare il settore nord) con 80 mm.

PREVISIONI PER DOMENICA

Domenica al mattino nubi e piogge sul Triveneto. Nel pomeriggio migliora al Nordest, ma tornano rovesci sparsi al Nordovest. Moderati venti occidentali. L’inizio della settimana vedrà ancora un tempo instabile al Centronord, con nubi e possibilità di pioggia.

C_109_articolo_2913_lstParagraph_paragrafo_0_upiImg

 

credits:  meteo.it