Tornado di Moore Oklahoma, 20 maggio 2013, spettacolari immagini satellitari.

La supercella che ha generato  il  tornado di Moore Oklahoma ieri 20 maggio, non è sfuggita ai satelliti  della NASA registrando  immagini spettacolari .

Ricordiamo che il tornado  ha lasciato una scia devastazione  di due miglia di larghezza e di 17 miglia di lunghezza. Al momento della pubblicazione, sono stati 24 morti accertati e più di 230 feriti. Le immagini qui sotto sono da vari satelliti della NASA, che hanno seguito l’evento .

 

MODIS-Moore

Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer della NASA (MODIS)  20 maggio 2013, alle 2:40 pm CDT,  il tornado  lungo il suo percorso attraverso Moore, Oklahoma. MODIS è a bordo di un satellite  delle Observing System Terra (EOS).

.

MODIS-Map

La NASA  ha anche rilasciato questa versione con la path (percorso) del tornado, sempre  immagine da MODIS.  “il tornado ha toccato terra ovest di Newcastle alle 02:56  virando a nordest verso Moore.”

.

NASA-OK-Storm

Il NOAA’S (National Oceanic and Atmospheric Administration) GOES-13 satellite ha catturato questa immagine, possiamo vedere l’imponenza  in relazione al resto degli Stati Uniti. La tempesta si trova nella zona centro-meridionale del paese.

.

OK-Storm-Globe

Sempre dal GOES-13 possiamo vedere dall’immagine satellitare l’intero globo al momento dell’evento.

 

OK-Before

Questa invece è una visione satellitare notturna di Oklahoma City prima del tornado di Lunedi, acquisita dalla National Partnership satellite in orbita polare Suomi nelle prime ore del mattino del 20 maggio. L’immagine mostra la luce (sia naturale che artificiale), della città  in quel momento.

.

OK-After

L’immagine  mostra Oklahoma City la notte dopo la tempesta ha devastato la zona il 20 maggio. Suomi NPP satellite della NASA, NOAA ha scattato la foto di prima mattina, il 21 maggio.

Credits: NASA / NOAA