Londra: Heathrow, un aeroporto da Oscar

L’Aeroporto di Londra-Heathrow, codice IATA = LHR, codice ICAO = EGLL, il terzo aeroporto più trafficato del mondo, si prende cura di Aaran, e fa in modo che possa volare a scuola a Boston.

Ad Antonio De Curtis, in arte Totò, si deve una massima, “Siamo uomini o caporali?”, che di solito applichiamo al mondo degli uomini, ma che, a volte, possiamo applicare anche a quello delle organizzazioni, delle moderne società commerciali.

E così, se possiamo imbatterci in storie, dove il caporale è una compagnia aerea low cost, arancione, che fa la voce grossa con i propri passeggeri, possiamo anche trovare una grande società, una che gestisce il più grande scalo aereo d’Europa, il terzo del mondo, dove quest’anno passeranno 70 milioni di persone, un gigante insomma, che si fa piccolo per aiutare Aaran.

Aaran è un ragazzo di 21, affetto da una grave forma di autismo e comportamenti compulsivi. Per dirla con semplicità, ha difficoltà a gestire i cambiamenti; il suo mondo è un mondo ordinato, fatto di routine. Decisamente, il suo mondo non è quel microcosmo, regolato da regole proprie, che è uno scalo aeroportuale.

Ma Aaran deve per forza entrare in questo mondo, fatto di cose e persone, che viaggiano veloci, che cambiano sempre, per definizione. Perché Aaran, per il suo disturbo, ha necessità di frequentare una scuola specialistica a Boston, dall’altra parte dell’Oceano. E lo deve fare, almeno 4 volte l’anno.

Aaran ci sta riuscendo, perché in questa storia, una grande organizzazione, che da lavoro a migliaia di persone, ha deciso di dargli una mano, a lui e alla sua famiglia. Come? Affiancandogli sempre lo stesso staff, facendolo sedere sempre allo stesso posto, facendogli passare sempre gli stessi controlli. Insomma, creato l’ambiente giusto per Aaran, prendendosi cura del proprio cliente speciale, in maniera speciale.

Una bella storia, che ci offre tanti spunti di riflessione, e un po’ di speranza in più per il futuro. Sicuramente, una storia da Oscar.

Vedi anche Dove si trovano tutti e 6 gli aeroporti di Londra, e come arrivare a Londra da Gatwick e Stansted.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Credits: Travelblog.it