Photo: Uragano Sandy un anno dopo

Un anno fa in questi giorni , l’ uragano Sandy si abbatteva furioso sulla città di New York, dopo aver attraversato sette Paesi del nord e sud America, provocando 286 morti e distruzione per miliardi di dollari.

A distanza di un anno, il City Museum di New Yorkvuole dedicare un’ esposizione di immagini a quella che, almeno finora, è stata definita la tempesta del secolo.

La mostra, dal titolo “Rising Waters: Photographs of Sandy”, inaugurata martedì 29 ottobre e visitabile fino al 10 febbraio 2014, raccoglie oltre 200 immagini provenienti da fotografi professionisti e amatori che hanno avuto la possibilità di scattare spettacolari fotografie di quell’ evento, tanto catastrofico quanto eccezionale.
Lucas Jackson (Reuters-Contrasto)6

Molte delle immagini in mostra sono state riprese da smartphone e condivise istantaneamente. Tutto questo conduce a riflettere su quello che è il concetto di notizia flash e di immagine di impatto: vivere e condividere, in tempo reale, ciò a cui milioni di persone stanno assistendo nello stesso momento e dall’ altra parte del mondo.

Stupirsi della spettacolarità di un evento che, probabilmente, potrebbe non essere l’ unico di simili dimensioni del nostro secolo. La tecnologia, così, ci viene incontro con la stessa tempestività con cui questi disastri si ripetono periodicamente ovunque nel nostro pianeta.
Alcune di queste immagini mostrano la distruzione lasciata dall’ uragano dopo il suo passaggio.

 

© Lukas Jackson (Reuters/Contrasto)