Talkase, il telefonino d’emergenza

Si può tenere nella cover dell’iPhone e serve per rispondere quando la batteria è scarica

Tra navigazione, social network, fotografie e giochi, possiamo dire che gli smartphone oggi rispondono pienamente alle nostre aspettative. Ci fanno svagare, produrre, ci tengono in contatto con il mondo. Almeno finché dura la batteria. Eh sì, perché alla fine tanta interazione si paga in termini di energia e dopo mezza giornata sei già a secco.

Per rimediare al fastidioso inconveniente ci sono miriadi di batterie supplementari e caricatori ultrarapidi ma adesso arriva una nuova idea: il microtelefono d’emergenza. Si chiama Talkase, è grande come una carta di credito e spesso 5,5 millimetri. Sulla sua superficie piatta troviamo i tasti alfanumerici e quelli per muoverci nel menù oltre a un minuscolo display OLED in bianco e nero simile a quello delle smartband. Ovvio che non brilla certo per potenza o bellezza, è solo GSM e non si connette ma il suo ruolo dopotutto è di gregario dello smartphone. Deve consumare poco ed essere sempre pronto. Non a caso viene venduto insieme a una cover per iPhone 6, 6 Plus e 5s in cui riporlo per averlo sempre a portata di mano.

Nonostante le dimensioni risicate può assumere funzioni diverse. La prima è di effettuare chiamare quando lo smartphone è scarico. Talkase è un telefono indipendente, ha una sua batteria e la cover che lo custodisce ha uno spazietto in cui riporre la chiavetta per aprire l’alloggiamento della SIM dell’iPhone.

Volendo però possiamo usarlo per rispondere alle chiamate in arrivosull’iPhone. Basta connetterli tra loro in Bluetooth per accedere alla rubrica del telefono e deviare le chiamate sul microtelefono. Così possiamo rispondere senza intaccare la batteria dello smartphone o tenendo comodamente l’iPhone in borsa.

Insomma questo Talkase può essere la soluzione per molti di noi tanto più che il prezzo è di 39 dollari compresa la cover per i melafonini. L’idea a quanto pare è piaciuta parecchio alla Rete: a un mese dalla fine della campagna di finanziamenti su Kickstarter il microtelefono ha già superato il traguardo richiesto e gli sviluppatori sono pronti a spedirlo già dal dicembre prossimo.

Credits: Wired.it