Food: Fat & Furious Burger, l’hamburger diventa arte.

Ecco le mille possibilità espressive di un panino imbottito

1424851431_Fat-Furious-Burger-10-600x335

1424851239_Fat-Furious-Burger-1-600x335

1424851194_Fat-Furious-Burger-9bis-600x335

1424851396_Fat-Furious-Burger-8-600x335

 

Hamburger per tutti. Un progetto nato dalla collisione di due grandi appetiti. Thomas Weil e Quentin Weisbuch, fondatori dello studio di design grafico Furious, raccontano così la nascita della loro mastodontica (e appetitosa) opera d’arte pop-gastronomica: la serie fotografica Fat & Furious Burger. Il tutto è iniziato come un semplice esperimento in cucina. Ma con il tempo, creare hamburger fantasiosi contro la noia del palato e della mente è diventato qualcosa di più di un semplice hobby da condividere tra amici.

I lavori grafici dei francesi Thomas e Quentin, tutti rigorosamente dedicati ad hamburger abbondantemente farciti, sono riusciti a stuzzicare prima la curiosità in rete, poi quella di magazine e produzioni televisive. Una loro opera, il Sushi Burger, è comparsa addirittura in una puntata dell’edizione statunitense di Masterchef. Come sono riusciti a convincere Gordon Ramsey e soci? Con una buona dose di creatività, condita con una generosa manciata di voglia di divertirsi e un pizzico di abilità nel fotoritocco digitale.

Credits: Wired.it